M!  
CALL FOR ENTRY
MANIFEST! 2024
PPP7525


L’edizione 2024 della 8a Biennale d’arte di Viterbo, in collaborazione con la rassegna Manifest! Arte Urbana (www.manifesti.org) trova nel manifesto d’autore il suo fulcro estetico e mediale.
Parliamo, quindi, di Arte Urbana. Poster-art.
I partecipanti saranno chiamati a produrre un manifesto, nel formato 100x140 cm, da inviare in forma di file digitale - a tale proposito leggere le modalità di partecipazione - e le stampe saranno affisse negli spazi pubblici delle città sedi espositive.
Il tema, l’argomento prende il titolo “linguaggi”.
Tale termine richiama altre parole che rafforzano il concetto: dialogo, contaminazione, diversità, incontro, scambio, tolleranza, chiarezza.
L’uso del manifesto affisso trasforma l’evento in una azione culturale collettiva, una sola voce (il formato del manifesto stampato) composta dalle molteplici voci delle proposte.

MANIFEST! È un evento d’arte contemporanea e graphic design che vede come supporto creativo il manifesto, il poster. 
La rassegna vuole dare la possibilità di misurarsi con un supporto storicamente importante, inserito in quella che possiamo definire comunicazione urbana, arte di strada. 
Manifesto significa anche “offerto apertamente alla vista”, chiaro, evidente, certo. L’arte è l’unica possibilità che abbiamo per esprimere una sincerità reale, una verità indiscutibile e con il poster essa viene messa a disposizione di tutti, per tutti e sotto la vista di tutti.  Essa si colloca nel tessuto urbano, con le sue strade, palazzi, luoghi inusuali ed a volte abbandonati, elevandoli a punti d’osservazione privilegiati di estetica, pensiero ed azione civile.  
L’occupazione estetica dei luoghi urbani permette al cittadino che vive tutti i giorni nella sua città, di usufruire del contributo creativo degli artisti, generatori di pensieri positivi e del bello, condividendo tale esperienza senza barriere, ostacoli istituzionali. 
La sperimentazione dell’utente nel prendere visione di tali azioni e condivisa dall’esperienza dell’artista che deve, per forza di cose, aggiornare la sua possibilità tecnica e creativa pensando ad una installazione che prende la forma del luogo scelto: il manifesto. In questo modo è possibile fare ricerca, scoprire nuove frontiere che appartengono all’arte contemporanea, diluita nei gangli neuronali del tessuto urbano della città. 

1) PER PARTECIPARE
La call lanciata da MANIFEST! 2024 è aperta a tutti coloro che vogliono proporre progetti che vedono al centro della visione creativa il manifesto stradale, l’arte urbana e poster-art. La partecipazione è gratuita per gli studenti iscritti alle Accademie di Belle Arti e può avvenire singolarmente o in gruppo. 

2) SPECIFICHE 
per manifesti stradali-affissioni pubbliche
- numero manifesti: fino ad un massimo di 5 
- tecnica libera
Indicare, comunque, nella mail d’invio la categoria di appartenenza scegliendo quelle in elenco: Illustrazione, Vettoriale, Collage, Fotografico, Tipografico, Pittura, Disegno, Fumetto, Arte, Generativa, Coding, Interattivo, etc. Nel caso non rientrasse in nessuna delle categorie in elenco indicare la tipologia. 

3) CARATTERISTICHE TECNICHE 
- Manifesto
formato: 100x140 cm, orientamento verticale 
tutti i file: formato PDF, TIF, JPG
risoluzione: 150-200 dpi
metodo colore: CMYK (quadricromia)

4) SCADENZA
Inviare la scheda dati iscrizione entro e non oltre 15 maggio 2024 e i file Manifesti! attraverso la piattaforma web WETRANSFER (www.wetransfer.com)
alla mail:
info@biennalearteviterbo.it
e boxmanifest@gmail.com

Sarà cura dell’organizzazione avvertire il partecipante sul risultato e del luogo di collocamento.
I manifesti selezionati saranno inseriti nel sito web.

Il direttore responsabile di Manifest! ed il Comitato Scientifico si riservano il diritto di selezionare i lavori caratterizzati da originalità e spiccate caratteristiche estetiche e comunicative.
I progetti selezionati verranno stampati a spese dell’organizzazione e affissi negli spazi pubblici dei Comuni e degli Enti patrocinanti e sponsor, a insindacabile giudizio dell’organizzatore A.P.A.I.
e del Comitato Scientifico. 
L’invio del materiale sottintende l’accettazione implicita delle regole della call stessa autorizzando l’organizzazione ad utilizzare le opere-manifesti, le immagini dell’evento per la promozione attraverso i social network, stampati, comunicazione.

In caso di annullamento dell'evento, non può essere fatto alcun diritto a nessun altro reclamo, rimborso o pagamento di danni. 
In caso di inadempienza dell'una o dell'altra delle obbligazioni contrattuali, le parti si impegnano a risolvere la controversia in maniera bonaria. 

In caso di disaccordo persistente, la controversia sarà portata all'attenzione del tribunale competente. 
Il presente Regolamento, firmato dall’artista/studente/accademia - in ogni pagina -, dovrà essere spedito insieme alla Scheda di Adesione di pertinenza con indicazione della sezione scelta. 


colophon
8a Biennale di Viterbo Arte Contemporanea 
29 giugno - 31 ottobre 2024

comitato scientifico
 Ass. per la Promozione delle Arti in Italia,  fondatore ed organizzatore
Pino MASCIA, curatore
Andrea Isabel LOTTO, curatrice Brasile
Gian Maria CERVO, regista Quartieri dell’Arte Viterbo
Antonietta GRANDESSO, Thetis S.p.A. Venezia
Gian Luca PROIETTI, direttore artistico MANIFEST!
Laura LUCIBELLO, direttore artistico - presidente A.P.A.I.

segreteria organizzativa e ufficio stampa
info@apaiarte.it 
info@biennalearteviterbo.it
tel. 333599445